X factor: la lunga storia del talent musicale

X factor Italia da seguire

″X factor″ è un talent-show musicale che ogni anno riesce a confermare la sua predominanza sugli altri programmi che appartengono a questo genere televisivo, relativamente recente e di grande fortuna.

Anche in Italia, questo programma si è caratterizzato per un formidabile seguito di pubblico, nonostante una storia editoriale difficoltosa e non sempre serena: agli affezionati spettatori di questa trasmissione non sono importate le polemiche, le battaglie interne e persino il cambio di emittente. Innamorati dello show, del format e della musica che vi viene proposta stagione dopo stagione, masse di telespettatori hanno continuato a guardare e ad amare questo talent show.

Da quando esso è sbarcato su Sky, inoltre, il suo seguito ha continuato a crescere, rendendo il programma un vero e proprio fenomeno di costume. Giunto alla decima stagione, continua a mietere consensi: in attesa di scoprire chi sarà la voce più talentuosa di tutto il 2016, sarà possibile recuperare alcune stagioni passate, seguendo ″X factor″ in streaming grazie al servizio proposto da Now Tv.

Simon Cowell: il padre del programma

Chi guarda ″X factor″ in streaming forse non sa che dietro a questa macchina perfettamente oliata c’è una storia lunga ed affascinante. Era il 2004 quando Simon Cowell, produttore musicale e discografico britannico, partorì l’idea di un programma televisivo dedicato alla musica.

Stanco dei soliti meccanismi, decise di rinnovare completamente il genere: una giuria di addetti ai lavori noti al grande pubblico avrebbero dovuto selezionare un manipolo di cantanti pieni di talento, dividerli in quattro squadre (giovani donne, giovani uomini, gruppi vocali e over 25) e guidarli per portare alla luce il loro talento naturale. Alla fine, dopo continue sfide canore e dopo numerosi giudizi, soltanto uno riuscirà a trionfare e a dimostrare di avere tutte le carte in regola per essere una perfetta pop-star. X factor Italia da seguire

Da allora, questo format semplice ma geniale è stato esportato in tutto il mondo, diventando uno dei programmi di maggior successo dell’intera storia della televisione italiana e sfornando artisti di grande livello. Seguire ″X factor″ in streaming è sicuramente il modo migliore per approfondire questo lungo ed articolato percorso.

X factor Italia: tra tradizione ed innovazione

Dalla visione di ″X factor″ in streaming sarà possibile cogliere come questo programma televisivo nel nostro Paese si sia sempre distinto per una particolarità: tanto la giuria quanto i concorrenti in gara si sono sempre divisi in due categorie.

Ogni anno è stato possibile apprezzare artisti maggiormente ispirati dallo stile più tipico della grande tradizione musicale italiana. Al loro fianco è, però, sempre stato possibile notare cantanti più attenti alle ultime tendenze del panorama compositivo internazionale e maggiormente propensi a sviluppare uno stile innovativo e fresco.

Anche i vincitori delle varie edizioni possono essere ricondotti a questa dicotomia: se artisti come Francesca Michielin o Giò Sada hanno fatto della ricerca la loro cifra stilistica, ottimi cantanti come Chiara Galiazzo o Lorenzo Fragola hanno scelto un approccio più morbido per entrare nel cuore degli italiani.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>